fbpx
La verità sporca sul perché le persone si cancellano dalla tua newsletter » Web hunters
4235
post-template-default,single,single-post,postid-4235,single-format-standard,bridge-core-1.0.6,cookies-not-set,,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-18.2,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
 

La verità sporca sul perché le persone si cancellano dalla tua newsletter

 

Per la maggior parte delle aziende, sviluppare una mailing list per una newsletter richiede tempo ed energia.

Molti esperti di marketing guardano i loro numeri di abbonamento come un falco, sorridendo ad ogni aggiunta e aggrottando le sopracciglia ogni volta che qualcuno annulla l’iscrizione.

Coloro che se ne vanno non sono sempre disposti a fornire un motivo per cui ciò ti lascia indovinare esattamente ciò che è stato che li ha indotti a cancellarsi. Come azienda di marketing digitale di alto livello, abbiamo provato quel dolore da soli, motivo per cui volevamo condividere la sporca verità sul perché le persone si cancellassero dalla tua newsletter.

 

Ragioni comuni Le persone annullano l’iscrizione

 

Sulla base di numerosi sondaggi condotti nel corso degli anni, i motivi per cui le persone annullano l’iscrizione sono abbastanza semplici e non sono cambiati molto:

 

  • Troppe e – mail – Questo è sempre stato un pulsante di scelta rapida per e-mail e, per estensione, newsletter marketing. Quanto è abbastanza senza essere troppo? È importante trovare il numero giusto, o vicino ad esso, perché questo è il motivo principale per cui le persone annulleranno l’iscrizione e non è nemmeno vicino.

 

  • Non volevo iscrivermi – Sulla base di sondaggi, circa il dieci percento di tutti coloro che cancellano l’iscrizione danno la colpa all’ignoranza sulla registrazione originale. Mentre questo viene preso con un granello di sale perché è una risposta relativamente educata a una domanda del sondaggio, potrebbe indicare un problema con il funzionamento di tale processo su un sito Web.

 

  • Le e-mail sembrano spam : lo spam è così diffuso nel mondo delle e-mail che molte persone, me incluso, sbagliano a causa del loro rifiuto. Dopotutto, se il messaggio è importante, la società invierà nuovamente un’email.

 

  • Contenuto o informazioni non utili – Se le informazioni non forniscono un valore utente, perché dovrebbero ingombrare la loro casella di posta con esso?

 

  • Il contenuto non è su misura per me – Alcune persone si aspettano una connessione più personale con un’azienda e quando si tratta di e-mail marketing di qualsiasi tipo, desiderano che la comunicazione sia personale e diretta specificamente ai loro desideri e bisogni.

 

  • Troppo contenuto – Le informazioni fornite sono eccessive e difficili da digerire.

 

  • Contenuto insufficiente : le informazioni fornite potrebbero avere valore se ve ne fosse di più.

 

Suggerimenti per migliorare le newsletter

 

La maggior parte dei problemi discussi sopra può essere risolta concentrandosi su alcune aree chiave:

 

  • Trova il punto giusto per la frequenza – L’approccio migliore per trovare la giusta frequenza di e-mail è iniziare lentamente e quindi monitorare attentamente i numeri di annullamento dell’iscrizione e le percentuali di clic all’aumentare della frequenza. Una volta trovato il punto debole, resta lì per un po ‘, ma occasionalmente prova aumentando o diminuendo la frequenza di un singolo grado per vedere se i numeri possono migliorare di più.

 

  • Esamina il processo di registrazione dell’iscrizione – Idealmente, le uniche persone che dovresti desiderare nella mailing list della newsletter o quei clienti o potenziali clienti che saranno interessati al contenuto fornito. La newsletter dovrebbe avere un chiaro processo di attivazione per assicurarsi che le persone desiderino davvero avere tue notizie, piuttosto che richiedere un indirizzo e-mail a un certo punto e quindi includere automaticamente le persone in una lista di distribuzione quando non hanno alcun interesse reale. Un doppio meccanismo di opt-in offre un modo per essere sicuri che le persone che vogliono davvero registrarsi, si stiano iscrivendo.

 

  • Linee oggetto migliori : una riga oggetto non valida può far sì che un’e-mail finisca nella cartella spam abbastanza rapidamente. Le righe dell’oggetto devono essere scritte con cura, trasmettendo chiaramente il contenuto che stai offrendo. Il preheader dovrebbe anche essere molto conciso e coinvolgente come spesso si vedrà nella finestra di anteprima. Dovrebbe essere ovvio da chi proviene l’email. Alcune aziende utilizzano servizi di consegna che non riflettono l’indirizzo e-mail aziendale o variano i nomi dei mittenti che possono causare confusione al destinatario.

 

  • Su misura per dispositivi mobili : la maggior parte delle persone visualizza le e-mail su un dispositivo mobile, anche se ciò significa visualizzare in anteprima le e-mail che potrebbero voler leggere in seguito. È importante che le e-mail siano ottimizzate per i dispositivi mobili per garantire che possano leggere l’oggetto, e tutto viene visualizzato correttamente indipendentemente dal client e-mail utilizzato. Le e-mail che non sono ottimizzate per i dispositivi mobili in genere vengono contrassegnate come spam dal provider.

 

  • Contenuti rivolti a gruppi più piccoli : anziché utilizzare l’approccio a dimensione unica, segmentare il più possibile la propria mailing list e quindi distribuire contenuti più specifici per ciascun gruppo. Una delle lamentele comuni che le newsletter non sono utili o su misura può essere risolta facendo questo.

 

  • Fornisci valore : qualsiasi contenuto che stai inviando deve assolutamente fornire valore, altrimenti perdi tempo. Il contenuto dovrebbe essere pertinente, coinvolgente e fornire valore alle persone. Gli argomenti dovrebbero sempre essere adeguatamente trattati. Questo semplicemente non può essere sottolineato abbastanza se ci si aspetta risultati dal marketing delle newsletter.

 

  • Migliorare l’estetica – L’estetica di una newsletter è spesso trascurata, ma è ancora importante per le metriche di coinvolgimento. Caratteri, colori, immagini e pulsanti sono tutti elementi che possono essere modificati e regolati in termini di leggibilità, stato d’animo, velocità di caricamento, click-through e coinvolgimento. Prenditi il ​​tempo per capire gli effetti di ogni elemento e poi cerca la giusta combinazione per inquadrare i tuoi contenuti.

 

  • Modifica e correzione di bozze – La modifica e la correzione di bozze sono due cose che si perdono troppo spesso nella folle confusione della produzione. Tuttavia, entrambi hanno un valore inestimabile quando si tratta di trovare semplici errori di ortografia, la combinazione di parole sbagliate, la mancanza di sottotitoli o spaziature e un messaggio facilmente digeribile.

 

CONCLUSIONI

 

La linea di fondo è che una newsletter inviata tramite e-mail è un eccellente strumento di marketing che può essere utilizzato per coinvolgere un pubblico insieme a visite e conversioni sul sito web. Tuttavia, se il tempo, lo sforzo e l’energia adeguati non vengono investiti in ciò che stai offrendo ai tuoi abbonati, la sporca verità è che le persone annulleranno l’iscrizione alla tua newsletter senza pensarci due volte.

 

Assicurati di ricontrollare ogni settimana per nuovi fantastici   articoli sul blog di Web Hunters.

 

Per avere informazioni utili per te e la tua azienda non esitare a contattarci, siamo qui proprio per AUITARTI !         

 

 

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato.

 

 

0 0 vote
Article Rating